L’ora di lezione è il momento privilegiato che l’adulto ha a disposizione per "in-segnare" al ragazzo la realtà attraverso il punto di vista proprio di ciascuna disciplina ed il suo linguaggio specifico. La materia è intesa come preziosa risorsa per incontrare la realtà, non come angusto limite di argomenti da trattare.
Per questa ragione è un preciso impegno di tutti i docenti preparare con cura l’ora di lezione, aggiornare la propria preparazione e curare quegli aspetti inerenti l’interdisciplinarietà che agevolano nei ragazzi l’esperienza dell’unitarietà dell’imparare, contrastando così la frammentazione che caratterizza il loro mondo.  L’ora di lezione è perciò un’esperienza di conoscenza reale e non simulata: non si imparano abilità astratte, si mette alla prova un metodo di lavoro preciso e specifico in un contesto di lavoro reale, produttivo, verificato e valutato.