Imparare deve essere sempre un’esperienza reale per ogni ragazzo. L’obiettivo primario è offrire ad ogni alunno un rapporto perché possa trovare la stima di sé, del proprio lavoro, l’energia per impiegare il tempo nella scuola e nello studio. Dentro un rapporto, tutto dell’alunno è implicato: ragione e affetto, intelligenza e libertà.
Gli alunni, così come sono, sono la più grande risorsa che abbiamo: per questo l’insegnante - aiutato dal lavoro continuo del consiglio di classe - deve tenere conto di tutta la persona che ha di fronte e fornire ad essa tutte le condizioni perché possa accadere l’apprendimento, personalizzando e anche individualizzando i percorsi, a partire dalle doti e anche dalle difficoltà che possono emergere. 
Lo sguardo dell’insegnante cura gli interessi e le doti particolari di ciascun ragazzo, al fine di potenziarle dentro un cammino guidato nel metodo e nei contenuti.
Particolare attenzione, all’interno di questi percorsi individualizzati, è riservata ai ragazzi con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) e con Bisogni Educativi Speciali. 
Un’esperienza ormai pluriennale in questo campo ha permesso ai docenti di formarsi su strategie di didattica personalizzata, per seguire ogni ragazzo/a in un percorso realmente efficace e adeguato al suo profilo di apprendimento, e di utilizzare quotidianamente strumenti multimediali e software specifici. 
Tutto ciò è supportato da una ormai consolidata e significativa collaborazione con Enti Specializzati.